Assaggiare l'OlioAnche senza l’ausilio di strumenti di laboratorio è possibile valutare la qualità dell’Olio: attraverso l’assaggio.

L’assaggio rimane ancora uno dei più importanti strumenti di valutazione dell’Olio. Non esiste procedimento chimico che possa creare l’armonia in termini di olfatto e gusto tipica di un Olio Extravergine di grande qualità.

In ogni caso, ogni nuova produzione annuale è sempre accompagnata da scrupolose analisi di laboratorio, a vostra completa disposizione, effettuate da seri Istituti di Ricerca che confermano l’eccellente qualità del nostro Olio.

Per stimolare chiunque consumi il nostro Olio Extravergine a valutarne personalmente la qualità, mettendola a confronto con qualsiasi altro prodotto in commercio, abbiamo voluto inserire nel nostro sito la metodologia di assaggio ufficiale utilizzata dai Sommelier di Olio d’oliva.

…e adesso, assaggiamo:

  • Versare un cucchiaio di olio in un bicchiere di vetro scuro a forma di tulipano
  • Scaldare col palmo della mano per liberare e esaltare le componenti volatili aromatiche e conl’altra mano chiudere il bicchiere
  • Annusare il campione cercando di captare tutte le sensazioni gradevoli e sgradevoli
  • Assumere l’Olio direttamente dal bicchiere (circa un cucchiaino)
  • Aspirare l’aria con una suzione prima lenta e delicata, poi più vigorosa in modo da vaporizzarel’olio nel cavo orale e percepire le sensazioni retro-olfattive
  • Mantenere l’olio in bocca, muovendo lentamente la lingua contro il palato ricercando la sensazione dell’amaro e del piccante
  • Ripulire la cavità orale mangiando un pezzetto di mela o bevendo un sorso d’acqua

 

Sensazioni gradevoli

Fruttato: aroma che ricorda l’odore e il gusto del frutto fresco raccolto al giusto grado di maturazione.

Amaro: sapore caratteristico dell’Olio ottenuto da olive verdi appena invaiate.

Piccante: sensazione di gusto pungente, caratteristica dell’olio ottenuto all’inizio della campagna, da olive ancora verdi.

Erba: aroma caratteristico di una tipologia di olio che ricorda l’erba appena tagliata

 

Sensazioni sgradevoli

Muffa: aroma caratteristico di oli provenienti da olive nelle quali si sono sviluppati funghi e lieviti a causa della cattiva e lunga conservazione in ambienti umidi e mal aerati.

Avvinato: aroma caratteristico di oli ottenuti da olive non fresche che hanno subito una fermentazione alcolica ed acetica.

Riscaldo: aroma caratteristico di oli ottenuti da olive conservate a lungo in strati di elevato spessore o in sacchi.

Rancido: aroma caratteristico di oli ossidati; fenomeno favorito dal prolungato contatto con l’aria, dall’esposizione alla luce e a temperature relativamente calde

Morchia: aroma caratteristico di oli rimasti a contatto con i propri fondami

 

Buon assaggio!